Gli eventi nel Piceno
L'Artigianato del legno ad Amandola
Nel Piceno, Amandola sorge lungo la valle del Tenna costeggiata di pioppi e dirimpetto ai Monti Sibillini.

La vita economica di Amandola, attraverso le corporazioni di arti e mestieri che svolgevano attività legate all’intaglio del legno e all’ebanisteria, alla tessitura, al ferro battuto, allo sbalzo del rame e alla ceramica, è stata molto fiorente e ha trasferito le sue risorse e la sua cultura in opere artistiche e lavorazioni d’artigianato di grande pregio, frutto dell’ingegno e della passione delle botteghe locali.

Oggi la principale lavorazione d’artigianato artistico è quella legata al legno e in particolar modo alla realizzazione di mobili intagliati e artisticamente lavorati della più tipica tradizione marchigiana. Accanto ai cori, alle cornici e agli arredi sacri, l’artigianato amandolese produce la tradizionale poltrona marchigiana ricoperta di cuoio, l’armadio ricco di cornici applicate o intagliate nel legno massiccio, i tavoli “a lira”, le “torcere” per riporre i lumi, il tipico cassettone o la credenza in noce, le cassepanche con profili in legno di ciliegio sul fondo in radica di noce, e ancora i mobili e le cantorie dipinte a tempera nei toni di celeste grigiastro, di verde tenue, marmorizzati.

La scuola della lavorazione artistica del legno di Amandola fa delle sue chiese, dei suoi palazzi, delle botteghe un museo vivente del suo artigianato artistico e delle arti applicate. Strade e stradine della cittadina offrono la più varia collezione di portoni e porte di ogni epoca. Opere che nella mutazione degli stili conservano il filo conduttore tipico e originario: la linea chiara, il giro arioso, i pannelli semplici scorniciati, levigati e filettati, talvolta arricchiti da rosoni o rosette intagliate.

Amandola conserva viva la tradizione di una scuola d’artigianato artistico del legno e dell’intaglio che ha saputo mostrare creatività e capacità d’innovazione, sopravvivendo ad un’industrializzazione che nelle Marche ha influito pesantemente su un sistema molto legato all’artigianato e alla piccola bottega.

» líarte di accostare i colori alternando pregiate essenze di legno, dal faggio al ciliegio, dallíacero al noce.
Nel Piceno, Amandola sorge lungo la valle del Tenna costeggiata di pioppi e dirimpetto ai Monti Sibillini.