Gli eventi nel Piceno
Ascolnscena
rassegna teatrale di commedie
Ascoli Piceno 24 Febbraio
La gallinella Rossa
San Benedetto del Tronto 25 Febbraio
Le stanze della fede

Poco più avanti rispetto al municipio, vi è la chiesa di S. Maria Ausiliatrice. L’ingresso principale mostra uno splendido portale in terracotta del Cinquecento. All’interno, due quadri di notevole importanza: la “Resurrezione di Cristo” del Conca e la “Vergine tra i Santi” di Vincenzo Pagani (1540).

La chiesa della Madonna delle Grazie si trova, per chi arriva dal mare, all’inizio del territorio paesano, e ancora oggi accoglie molti fedeli per cerimonie o semplici funzioni. La popolazione vi è molto legata per il ricordo, a lieto fine, delle grazie richieste alla Madonna quando, nel 1944, mogli e madri di cento uomini del paese fecero voti affinché i loro cari fossero salvati dalla fucilazione (a ricordo di questa vicenda si celebra una festa ogni 15 giugno).

Nel paese, quasi a specchio del convento, vi è la collegiata dedicata a S. Pietro Apostolo. Sicuramente nuova versione della struttura originale, conserva molte reliquie, i dipinti dei Santi protettori del paese, S. Fabiano e S. Sebastiano, e d’interesse artistico-musicale, uno splendido organo a canne ancora utilizzato per le cerimonie più importanti.

Scendiamo per le viuzze interne al borgo e arriviamo alla chiesa più antica, quella dedicata al Santissimo Salvatore. Conserva interessanti affreschi alle pareti e al soffitto, ma necessita di un urgente intervento di ristrutturazione e restauro.

Presso l’antica S. Lorenzo, nella contrada omonima, la sentita tradizione vuole che ogni 10 agosto si svolga una folcloristica festa di campagna.